fanteria tedesca

STATO MAGGIORE

img311

Arc. 2315: Franz Richard Maria Joseph barone von Hilgers in uniforme da Maggiore di Stato Maggiore (Koblenz, 27 giugno 1829 – Baden-Baden 26 luglio 1904). Dopo aver frequentato il liceo a Coblenza, Hilgers si unì al 29° Reggimento di Fanteria dell’esercito prussiano il 22 ottobre 1849 come moschettiere e fu promosso Sottotenente entro la fine di gennaio 1851. Dal 29 maggio al 4 agosto 1854 fu comandato all’8^ Divisione Pioneer e completò dall’ottobre 1855 al settembre 1858 per ulteriore addestramento presso la Scuola Generale di Guerra. Fu poi aiutante di reggimento dal 21 maggio 1859 al 15 maggio 1860 e pochi giorni dopo divenne Tenente. Dal luglio 1860 Hilgers fu inizialmente comandato come Aiutante della 29^ Brigata di Fanteria e poi dal giugno 1862 nella stessa veste al Comando Generale dell’VIII Corpo d’Armata. Da lì fu trasferito al 2° Reggimento di Fanteria renana il 5 aprile 1864 come Capitano con licenza del 5 marzo 1862, e allo stesso tempo fu comandato in Lussemburgo come Aiutante del governo. Durante la mobilitazione per la guerra tedesca, Hilgers divenne Aiutante il 5 luglio 1866 presso il Comando Generale del II Corpo d’Armata. Dopo la campagna fu sollevato dal suo comando il 17 settembre 1866 e gli fu ordinato di prestare servizio nello Stato Maggiore. Il 30 ottobre 1866 fu aggregato allo Stato Maggiore dell’Esercito e assegnato allo Stato Maggiore della 14^ Divisione. Hilgers fu assegnato allo Stato Maggiore Generale a metà febbraio 1867, lasciandolo in questa posizione. Durante la guerra contro la Francia, Hilgers prese parte alle battaglie di Spichern, Colombey e Gravelotte, agli assedi di Metz, Diedenhofen, Montmedy e Mezieres, nonché all’incursione di Rocroy e alle scaramucce a Vois-de-Vaux, Mercy-le -Haut, Peltre, La-Grange-aux-Bois, Langres, l’Ognon, vicino a Pim, Chatsois e Ponttarlier. Premiato con entrambe le classi della Croce di Ferro, dopo il trattato di pace del 6 gennaio 1872, fu nominato capo dipartimento di Stato Maggiore e promosso Tenente Colonnello a metà gennaio 1872. Il 12 marzo 1874 fu trasferito come Capo di Stato Maggiore Generale all’XI. Corpo d’armata e fu promosso colonnello a metà settembre 1874. Nel 1876 si ammalò gravemente e dovette trascorrere una lunga convalescenza a Scheveningen e in Svizzera. Dopo la sua guarigione, Hilgers assunse la carica di comandante del 4° Reggimento di Fanteria della Bassa Slesia il 13 marzo 1877. Il 18 gennaio 1881 fu promosso Maggiore Generale e nominato comandante di brigata. Fu quindi trasferito a Brunswick il 30 agosto 1882 come comandante della 40^ Brigata di Fanteria e il 18 ottobre 1884 gli fu affidato il comando supremo delle truppe nel Ducato per garantire la transizione in senso prussiano. Il 1 giugno 1885 fu sollevato dal comando e incaricato della 15^ Divisione. Il 12 dicembre 1885 fu promosso Tenente Generale e nominato comandante di divisione. Nello stesso anno, dal 7 giugno al 13 luglio 1888, fu membro della commissione per la revisione dei regolamenti di esercitazione per la fanteria. Il 19 settembre 1888 fu incaricato del V Corpo d’Armata, insignito dell’Ordine della Corona di Prima Classe in occasione della festa dell’Ordine nel gennaio 1889 e nominato Comandante Generale l’8 aprile 1889. Per ristabilire la sua salute, a Hilgers fu concessa una vacanza di due mesi con lo stipendio pieno dal 1 ottobre 1889 in Italia. Poiché non ci furono miglioramenti, fu messo a disposizione l’8 gennaio 1890, ricevendo il grado di Generale di Fanteria. Dopo il suo addio, il 20 settembre 1890 il Kaiser Guglielmo II lo onorò con l’Ordine dell’Aquila Rossa, Prima Classe con Foglie di Quercia. Dopo il ritiro dal servizio militare, Hilgers si occupò di storia dell’arte e in particolare del periodo della dominazione romana in Germania. Il suo principale interesse fu la ricerca sul Limes, per la quale partecipò anche agli scavi dei forti. Fu anche un importante numismatico nel campo delle monete romane e possedeva una vasta collezione. Così organizzò la collezione di monete e medaglie del Museo di Darmstadt. Il 18 ottobre 1897 il Granduca Ernst Ludwig gli conferì la Medaglia d’Oro al Merito per la Scienza e l’Arte. 

I commenti sono chiusi.