regia marina ufficiali 1871 – 1904

2

 

Arc. G3: Regia Marina: Brin Benedetto in piccola divisa da Ispettore Generale del Genio Aiutante di Campo Onorario del Re mod. 6/12/1887 (Torino 17 maggio 1833 – Roma 24 maggio 1898). Non ancora ventenne, dopo essersi laureato in ingegneria presso la locale università, entrò a fine agosto 1853 come allievo ingegnere nella Marina Sarda, pervenendo in soli 27 anni di carriera al più alto grado del neo costituito corpo del Genio Navale. Fu destinato a Genova presso il Regio Cantiere della Foce, dove rimase per un anno per essere poi inviato nel 1854, per due anni, a Parigi, per interessamento di Cavour, che ne apprezzava le doti di ingegno e la preparazione tecnica, presso l’Ecole d’application du Genié Maritime. Al ritorno in Italia, nei primi mesi del 1856, fu ammesso a Torino a seguire i corsi della Scuola d’applicazione di Artiglieria e Genio e, in maggio, con il grado di Sottoingegnere di 2^ Classe, del Corpo degli Ingegneri costruttori navali, ritornò al cantiere della Foce di Genova ove, contemporaneamente insegnò teoria della nave e meccanica applicata alla locale Scuola di Marina. Dopo aver diretto il cantiere navale di San Rocco a Livorno, nel 1863, ingegnere di 2^ Classe del Corpo del Genio Navale, fu chiamato dal Generale Efisio Gugia, ministro della Marina, come consulente e suo consigliere; nel 1867, nel grado di Ingegnere di 1^ Classe, fu membro della Commissione per il riordinamento dell’arsenale di Venezia; ritornato al ministero, fu chiamato dal Vice Ammiraglio Augusto Riboty, ministro della Marina, a far parte del Consiglio Superiore di Marina. In questo periodo, ultimi anni Sessanta e primi anni Settanta, ebbe modo di studiare e approfondire la riforma tecnica delle costruzioni navali portata avanti dai francesi e dai britannici e di attivare intensi e personali contatti con i migliori progettisti del momento, procurandosi notevole fama di studioso in Italia e all’estero. Il 19 settembre 1880 fu Presidente del Comitato Disegni Navi e fu messo in disposizione il 10 ottobre 1891 per poi passare in Posizione Ausiliaria. Fu Aiutante di Campo Generale Onorario del Re dal 11 aprile 1878 al 24 maggio 1898, Ministro della Marina dal 25 marzo 1876 al 24 marzo 1878, dal 24 ottobre 1878 al 19 dicembre 1878, dal 30 marzo 1884 al 6 febbraio 1891, dal 28 settembre 1891 al 8 dicembre 1892 e dal 10 marzo 1896 al 24 maggio 1898. Fu Ministro degli Esteri dal 15 maggio 1892 al 15 dicembre 1893 e deputato dal 1876 al 1898. Fotografia formato 25 x 33. Fotografo: Sconosciuto.

Onorificenze

Commendatore dell'Ordine militare di Savoia - nastrino per uniforme ordinaria   Commendatore dell’Ordine militare di Savoia
    
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria    Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
     
Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria   Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell’Ordine della Corona d’Italia
     

img746

Arc. 3016: Regia Marina: Lovera di Maria marchese Giuseppe in grande uniforme da Capitano di Vascello mod. 18 agosto 1872 (Nizza 19 novembre 1836 – Torino 19 febbraio 1903). Fu ammesso alla Scuola di Marina di Genova nel 1848 conseguendo la nomina a Guardiamarina nel 1853. Partecipò alla campagna di Crimea negli anni 1855-56, imbarcato sulla corvetta di 1° rango a elica Euridice e da Luogotenente di Vascello alla campagna 1859-60 contro l’Austria, meritando due Medaglie d’Argento al Valor Militare, di cui una per aver preso parte, dopo essersi arruolato per breve tempo nella Marina garibaldina, all’azione del Tukery contro il pirovascello Monarca, della Marina borbonica, all’ancora a Castellamare, e l’altra per l’intelligenza e il valore con cui si distinse nei fatti d’arme di Ancona sulla pirofregata Vittorio Emanuele. Fu insignito inoltre della croce di Cavaliere dell’Ordine Militare di Savoia per essersi distinto nel blocco e assedio di Gaeta. Partecipò alla campagna del 1866 e alle campagne d’Africa. Fu poi docente di arte militare marittima alla Scuola Superiore di Guerra di Torino e Direttore di Artiglieria presso il 1° Dipartimento marittimo di Spezia, ricevendo encomi dal ministero, in particolare per aver condotto a buon fine la realizzazione presso le dipendenti officine di affusti in ferro per artiglierie di bordo. Da Capitano di Fregata compì dal 1871 al 1873, al comando della pirofregata Vettor Pisani, il viaggio di circumnavigazione del globo, ricevendo al rientro in patria un’alta onorificenza per il modo commendevole con cui condusse la missione. Ebbe poi, da Capitano di Vascello, il comando delle pirofregate corazzate Venezia e Maria Pia e della corazzata Duilio, negli anni dal 1876 al 1881. Dal 1878 al 1883 fu 1° Aiutante di Campo del Capitano di Fregata di 2^ classe Tomaso di Savoia duca di Genova. Promosso Contrammiraglio nel 1883, l’anno successivo assunse il comando dell’Accademia Navale, che tenne fino al 1886. Nel 1884 gli fu conferita la Medaglia d’Argento di Benemerenza per essersi reso in modo eminente benemerito della salute pubblica durante l’epidemia di colera di quell’anno. Comandò la Divisione d’istruzione nel 1885 e, promosso Viceammiraglio nel 1888, ebbe il comando del 1° Dipartimento di Spezia e quindi della Squadra Permanente negli anni 1890-1891. Nel 1891 venne collocato nella Riserva. Fotografia formato gabinetto. Fotografo: G. Ambrosetti – Torino. 

Onorificenze

Grande Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria    Grande Ufficiale dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
   
Grand'Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria    Commendatore dell’Ordine della Corona d’Italia
   
Cavaliere dell'Ordine militare di Savoia - nastrino per uniforme ordinaria    Cavaliere dell’Ordine militare di Savoia
     Gaeta – 1860
Medaglia d'argento al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria    Medaglia d’Argento al Valor Militare
     Castellamare 1860
Medaglia d'argento al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria    Medaglia d’Argento al Valor Militare
     Ancona 1860
Medaglia piemontese della Guerra di Crimea - nastrino per uniforme ordinaria   Medaglia piemontese della Guerra di Crimea
   
Medaglia commemorativa delle campagne delle Guerre d'Indipendenza (4 barrette) - nastrino per uniforme ordinaria   Medaglia commemorativa delle campagne delle Guerre d’Indipendenza (3 barrette)
   

img787

Arc. 2221: Regia Marina: Serra nobile Luigi in uniforme da Capitano di Fregata Aiutante di Campo Onorario del Re mod. 21 aprile 1878 (7 ottobre 1847 – Firenze 17 novembre 1913). Guardiamarina il 26 novembre 1867, venne promosso Sottotenente di Vascello l’8 dicembre 1872. Tenente di Vascello il 24 febbraio 1878, ottenne il grado di Capitano di Corvetta  e il comando del Trasporto Garigliano il 21 marzo 1889. Capitano di Fregata il 23 luglio 1891, venne posto al comando della Regia Nave Caracciolo il 20 aprile 1896 per poi essere nominato Comandante del Corpo dei Reali Equipaggi del 1° Dipartimento di La Spezia. Capitano di Vascello il 2 dicembre 1897, venne collocato nella Riserva il 10 ottobre 1902 e Il 30 novembre 1907 venne promosso Contrammiraglio. Fu Aiutante di Campo Effettivo del Re dal 1° maggio 1892 al 19 aprile 1896 poi Onorario e Cessata Casa fino al 30 novembre 1907. Fotografia formato gabinetto. Fotografo: P. Tempestini – La Spezia – Viareggio.

I commenti sono chiusi.