Casa Regnante Sassonia – Altenburg

img855

Arc. 2361: Ernesto I Federico Paolo Giorgio Nicola, Duca di Sassonia-Altenburg (Hildburghausen, 16 settembre 1826 – Altenburg, 7 febbraio 1908). Ernst era figlio del duca Georg von Sachsen-Altenburg e di sua moglie, la duchessa Marie zu Mecklenburg. Studiò con il fratello Moritz von Sachsen-Altenburg dal 1840 presso l’Università di Jena. Per il suo 18 ° compleanno ricevette la Gran Croce dell’Ordine del Duca di Sassonia-Ernestine e a metà agosto del 1845 Ernst iniziò il suo addestramento militare con la 2^ Compagnia del Battaglione di linea ducale Sassone-Altenburg. Il 29 settembre 1847 fu impiegato come sottotenente nel 6 ° Dipartimento Jäger dell’esercito prussiano a Breslavia. Durante la visita a sua cugina Alexandra von Sachsen-Altenburg, incontrò Alessandro II di Russia, con il quale fece amicizia. Dopo aver completato la sua formazione presso l’Università di Lipsia, il principe ereditario divenne Primo Luogotenente della Compagnia leggera nel 1 ° reggimento dell Guardia a piedi a Potsdam. Poco dopo la sua nomina a Maggiore, sposò la principessa Agnes di Anhalt-Dessau (1824-1897) il 28 aprile 1853 a Dessau, figlia del duca Leopoldo IV di Anhalt-Dessau e sua moglie la principessa Friederike di Prussia; Il re Federico Guglielmo I di Prussia era tra gli invitati al matrimonio. Il padre gravemente malato gli aveva trasferito gli affari del governo il 28 maggio 1853 e morì il 3 agosto dello stesso anno e Ernst divenne Duca di Sassonia-Altenburg. Poco dopo fu insignito dell’Ordine di Hubertus dal Re di Baviera e durante un viaggio a Berlino ricevette l’Ordine dell’Aquila Nera dal Re di Prussia. Ernst difficilmente appariva politicamente, amava la caccia, ma era molto aperto ai problemi sociali del paese. Semplificò l’amministrazione statale e Altenburg si è sviluppò in un’importante città industriale sotto il suo governo. Nel 1868 ha regolò il confine con il Principato di Reuss Younger stipulando un trattato e nel 1864 fece restaurare il municipio di Altenburg, nel 1871 il teatro di corte e due anni dopo fu aperto il museo statale. Il 29 aprile 1873 gli assetti proprietari della casa ducale e dello stato furono riorganizzati in un demanio sotto una commissione. Durante un viaggio a San Pietroburgo nel 1873 ricevette la proprietà del 50° Reggimento di Fanteria “Bialystok” dallo zar Alessandro II. Il duca  visitò poi la Turchia e l’Austria-Ungheria e il 9 febbraio 1855 Ernst emanò una legge militare che pose le basi per stretti legami con la Prussia. Una settimana dopo è stato nominato Maggior Generale prussiano e quattro anni dopo Tenente Generale. Il 30 marzo 1862 concluse una convenzione militare con Berlino e un anno dopo non prese parte al Fürstentag di Francoforte. Quando scoppiò la guerra tedesca tra la Prussia e l’Austria, il 21 giugno 1866 concluse un’alleanza militare con la Prussia, nonostante la simpatia di molti Wettins per l’Austria. Riconobbe, tra l’altro, il progetto redatto dalla Prussia per il nuovo ordine federale e in cambio ricevette una garanzia per l’indipendenza e l’integrità del suo territorio. Il contingente di Altenburg richiesto non fu coinvolto in atti di guerra. Nel 1866 Sachsen-Altenburg si unì alla Confederazione della Germania settentrionale e il sistema militare fu riformato secondo il modello prussiano. Dopo la mobilitazione dell’esercito per la guerra contro la Francia il 15 luglio 1870, decisa dal Consiglio federale, il duca Ernst si recò a Berlino due giorni dopo per dichiarare la sua fedeltà a Guglielmo I. Ricevette il permesso di entrare a far parte dello staff del Granduca Federico Francesco II di Meclemburgo-Schwerin. Il 4 ottobre 1870 Ernst passò allo Stato Maggiore del IV Corpo d’Armata, a cui appartenne fino alla fine della guerra. Partecipò all’assedio di Parigi e ai combattimenti sulla Loira e fu anche un presente alla proclamazione imperiale a Versailles il 18 gennaio 1871. Il 28 settembre 1907, Guglielmo II lo nominò Colonnello Generale con il grado di Generale Feldmaresciallo. Fu anche  Colonnello Generale sassone e capo dei Battaglioni Jäger n. 6 e 12. Nel 1873 il duca sposò la sua unica figlia al principe prussiano Albrecht e nel 1891 fece erigere ad Altenburg un memoriale per l’imperatore Guglielmo I molto amato da Ernst. Come il suo predecessore Friedrich, amava soggiornare nella residenza di caccia Hummelshain che, dopo un incendio nel 1872, fece ricostruire in stile neorinascimentale dall’architetto Ernst von Ihne dal 1880 al 1885. Ernest morì senza eredi maschi diretti; per questo, gli succedette il nipote, Ernest, figlio di suo fratello Maurizio. 

Onorificenze

Gran Maestro dell'Ordine della Casata Ernestina di Sassonia di Sassonia-Altenburg - nastrino per uniforme ordinaria    Gran Maestro dell’Ordine della Casata Ernestina di Sassonia di Sassonia-Altenburg
   
Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata - nastrino per uniforme ordinaria    Cavaliere dell’Ordine Supremo della Santissima Annunziata
   
Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera - nastrino per uniforme ordinaria    Cavaliere dell’Ordine dell’Aquila Nera con collare
   
Cavaliere di I Classe dell'Ordine dell'Aquila Rossa - nastrino per uniforme ordinaria    Cavaliere dell’Ordine dell’Aquila Rossa I Classe
Croce di Ferro di I classe - nastrino per uniforme ordinaria    Croce di Ferro di II classe
   
Gran Maestro dell'Ordine militare e civile di Adolfo di Nassau - nastrino per uniforme ordinaria    Gran Croce dell’Ordine militare e civile di Adolfo di Nassau
   
Cavaliere dell'Ordine Reale Guelfo (Regno di Hannover) - nastrino per uniforme ordinaria    Cavaliere dell’Ordine Reale Guelfo (Regno di Hannover)
     
Cavaliere dell'Ordine dei Serafini - nastrino per uniforme ordinaria    Cavaliere dell’Ordine dei Serafini
     24 febbraio 1864

I commenti sono chiusi.